Alcuni test online possono supporre il pagamento di SMS non consentiti!!!

Pubblicato il da Guadagnoweb

Alcuni test online possono supporre il pagamento di SMS non consentiti!!!
 
Un semplice test di intelligenza annunciato in Facebook si e' trasformato in un incubo per Rita.

Cio' che inizio' come un semplice passatempo per internet si trasformo' in un costante invio di SMS pubblicitari al cellulare (due al giorno) e la sgradevole sorpresa, quando arrivo' la fattura telefonica, che doveva pagare per averli ricevuti.

Questa internauta dedusse che, quando fece quel test online e comunico' il suo numero di cellulare per conoscere i risultati, si iscrisse, senza rendersene conto, al Club Blinko, una societa' di servizi per cellulari.

Fino a quando riusci' a cancellarsi dal servizio, aveva ormai pagato piu' di 30 euro. "Sanno che stanno ingannando la gente, sono dei ladri!", si lamento' Rita.

Le organizzazioni dei consumatori ed altre agenzie specializzate nelle denuncie alle truffe online hanno detettato casi simili, di societa' come Club Blinko e Club Zed.

Questa stessa settimana e' stato inoltre lanciato l'allarme su un altro test, vincolato a MyBip.net.
Questa compagnia capta i suoi clienti con annunci di download tramite cellulari, questa pratica pero' si sta estendendo a tutte le reti sociali.

"Queste ditte usano tutti i mezzi a loro disposizione e Facebook e' uno di questi" dice uno dei responsabili di una agenzia di protezione dei consumatori.

DIFFICOLTA' PER CANCELLARSI DAL SERVIZIO
Le organizzazioni dei consumatori denunciano una "possibile frode" e mette in evidenza i problemi di Rita
per cancellarsi dal servizio.
 Rita ha impiegato un mese e mezzo per cancellarsi.
Contatto' la sua compagnia telefonica, Vodafone, che rispose che agiva solo come intermediaria.

 Invio' emails all'impresa Buongiorno My Alert, che gestisce il Club Blinko, ed invio' SMS di cancellazione al numero indicato dall'operatore.
Quest'ultima azione e' stata la piu' efficace.
Nonostante lei affermi di essere stata truffata, sia Vodafone che Buongiono affermano di aver agito correttamente.

Il procedimento piu' efficace per evitare questo tipo di problemi e' chiedere alla compagnia telefonica di farsi dire il nome della societa' che invia i SMS Premium (con tariffe speciali) e successivamente inviare la richiesta di cancellazione tramite SMS.
Cio' che invece non e' consigliabile e' non pagare la fattura.
 E' raccomandabile inviare una richiesta di rimborso per la parte di fattura che si vuole contestare.
Nonostante "alcune persone non fanno nessun reclamo in quanto lo considerano un problema minore".
Non e' il caso di Rita, che ha iniziato un procedimento legale contro la societa' di provenienza degli SMS Premium "non per i 30 euro che mi hanno addebitato, quanto per cercare di cambiare qualcosa", afferma.
Quindi state attenti ai giochetti che trovate in giro!!!
 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post